Formazione docenti

Attraverso il progetto “Memoria, memorie” l’Istituto promuove per l’anno scolastico 2023-2024 una serie di proposte di attività di formazione, aggiornamento e sostegno didattico, rivolte in particolare ai docenti che fanno riferimento agli ambiti territoriali per le province di Biella e Vercelli.

A breve saranno pubblicati i programmi dettagliati dei corsi e le modalità di iscrizione.

Convegno Giovanni XXIII e i 60 anni della “Pacem in terris”

L’iniziativa, che si svolgerà a Vercelli il 21 ottobre 2023, è dedicata alla figura di papa Giovanni XXIII in
occasione del 60° anniversario della pubblicazione dell’enciclica “Pacem in terris” e della morte. Gli interventi si concentreranno sul percorso biografico di papa Roncalli, sul significato del Concilio Vaticano II, sul magistero dell’enciclica ricordata e sulla ricezione che ebbe il messaggio di pace oltre cortina, nell’Urss che in quegli anni era coinvolta nella Guerra fredda, e in generale sulla cultura pacifista.


Fascismo, guerra e Resistenza nel Biellese
. Seconda edizione

(in collaborazione con il Comitato provinciale biellese dell’Anpi)

Il corso, articolato in otto lezioni sulla piattaforma Zoom con previsione di attività integrative in presenza,
per un totale di 25 ore, è dedicato agli aspetti più significativi della storia del fascismo, della guerra e della Resistenza nel Biellese, medaglia d’oro al valor militare nel 1981. Le lezioni a distanza saranno dedicate ai seguenti temi: guerra di Spagna, internamento e deportazione, comunicazione (Radio Libertà), partigianato biellese e società civile, apporti internazionali alla Resistenza biellese, il progetto di autonomia della carta di Chivasso, le fonti fotografiche per la storia della Resistenza, biografie partigiane.
Specifica attenzione sarà dedicata alle risorse didattiche disponibili e, come attività integrative facoltative, si svolgeranno visite guidate sui luoghi della memoria. Saranno fornite indicazioni bibliografiche per l’autoformazione.

Storia, sport e diritti. Terza edizione

(in collaborazione con la Società italiana di Storia dello Sport e il coordinamento didattico degli Istituti storici della Resistenza e della società contemporanea del Piemonte)

Il corso, rivolto ai docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, ha l’obiettivo di fornire conoscenze storiche e strumenti didattici aggiornati per affrontare la trattazione della storia attraverso la prospettiva dello sport, con particolare riferimento al rapporto con i diritti e le pari opportunità. Sono previste sei lezioni, dedicate ai seguenti temi:
Sport e disabilità: storia delle paralimpiadi, le figure di Ludwig Guttmann e Antonio Maglio, Roma 1960; casi di atleti esemplari; la pratica sportiva per disabili; il diritto allo sport per i disabili e la sua funzione.
Sport e cittadinanza: lo ius soli sportivo e lo ius culturae; casi di studio.
Sport e diritti umani: lotta contro il razzismo, il sessismo e l’omofobia; difesa dei diritti dei lavoratori nei
paesi che ospitano i grandi eventi. Lo sportwashing. Casi di studio.
Sport, bullismo e cyberbullismo: funzione dello sport per combattere il fenomeno, pericoli insiti nella pratica sportiva.
Sport e pari opportunità: contesto sportivo e sua importanza per promuovere la cultura delle differenze.
Lo sport nell’era digitale: trasformazioni, innovazioni, degenerazioni.
Nel corso delle lezioni verranno date indicazioni su strumenti e metodologie didattiche, sulle declinazioni
della storia del sport in riferimento all’educazione civica, su casi di studio e progetti che possono fungere da modelli didattici.

Insegnare la geostoria. L’America latina

Riprendendo le esperienze nate nell’ambito della formazione geostorica, gli Istituti di Alessandria e Varallo propongono una nuova edizione del corso dedicato alla geopolitica e articolato in due segmenti che condividono le premesse e gli obiettivi didattico-formativi, dispiegandosi in fase esecutiva in forma integrata.
La finalità è quella di aiutare i docenti a comprendere i principali problemi di global history relativi alle
relazioni tra gli imperi che hanno condizionato la politica mondiale e ancora ne costituiscono il fondamento. I temi trattati fanno parte del bagaglio di conoscenze e competenze per una cittadinanza consapevole.