A. s. 2021-2022

Attraverso il progetto “Memoria, memorie” l’Istituto promuove per l’anno scolastico 2021-2022 una serie di proposte di attività di formazione, aggiornamento e sostegno didattico, rivolte in particolare ai docenti che fanno riferimento agli ambiti territoriali per le province di Biella e Vercelli.

Il ruolo delle giornate memoriali nella costruzione di un ethos democratico

(promosso da Ufficio scolastico regionale per il Piemonte e Istoreto-Polo del ‘900, in collaborazione con gli Istituti storici della Resistenza piemontesi)

La storia e lo sport

(in collaborazione con Società italiana di Storia dello Sport e Istituti piemontesi per la storia della Resistenza)

Geopolitica. Dinamiche globali e regionali

Itinerari resistenti

(promosso dall’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola “Piero Fornara”, e dall’associazione culturale InFormAzionI, in collaborazione con l’Archivio nazionale cinematografico della Resistenza, l’Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea “Giorgio Agosti” di Torino, l’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia, l’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Cuneo, il Museo Partigiano dell’Associazione Raggruppamento Divisioni Patrioti Alfredo Di Dio di Ornavasso, la Casa della Resistenza di Fondotoce.

Cavour e l’agricoltura. Proposte di ricerca-azione sui luoghi di memoria del territorio piemontese

(in collaborazione con gli Istituti per la storia della Resistenza di Torino, Cuneo e Novara)

Prosegue l’attività del corso di formazione Cavour e l’agricoltura. Il progetto si propone di utilizzare in chiave educativa e formativa alcuni luoghi cavouriani per offrire ai docenti di storia la possibilità di concorrere al consolidamento della loro professionalità, nell’ottica della valorizzazione del confronto fra storia locale e storia generale, superando la logica dell’insegnamento manualistico in vista di un’efficace mediazione didattica che conduca lo studente nel campo della ricerca-azione.

Il progetto ha focalizzato la propria attenzione sul territorio in cui Camillo Cavour agì come imprenditore e riformatore agrario, in particolare nelle province di Cuneo, Novara e Vercelli. Le declinazioni territoriali hanno consentito di arricchire le azioni progettuali: attraverso l’approfondimento delle conoscenze su alcuni percorsi locali, oltre a contribuire alla creazione di una rete di luoghi della memoria cavouriana, si è proposto un raccordo con alcune tematiche fondamentali per il processo di costruzione di una cittadinanza consapevole, che rientrano tra gli obiettivi pertinenti con l’insegnamento dell’educazione civica: l’educazione ambientale, la tutela del paesaggio, la valorizzazione del territorio, l’utilizzo delle risorse idriche.

Per il corrente anno scolastico gli Istituti di Varallo, Novara, Cuneo e Torino hanno organizzato una nuova proposta formativa, articolata in quattro lezioni che si svolgeranno a distanza sulla Piattaforma Zoom, dalle 16 alle 18. È prevista una seconda fase laboratoriale nella quale si intende svolgere una visita guidata riservata ai docenti su uno dei luoghi cavouriani; i responsabili della didattica degli istituti saranno disponibili per co-progettazioni e tutoraggio di eventuali laboratori didattici a richiesta.