Camminata partigiana Carcoforo – Rifugio Massero

L’Anpi Varallo Alta Valsesia, in collaborazione con l’Istituto, organizza una camminata partigiana sulle orme della Resistenza in Valsesia.
Nell’autunno del 1943, in alcune aree del Nord Italia, come la Valsesia e l’Ossola, la prima grande prova operativa dei neonati comitati resistenziali e dei Cln locali fu la gestione, il vettovagliamento e il trasferimento in Svizzera di migliaia di ex prigionieri alleati, fuggiti dai campi di prigionia dopo lo sfascio dell’esercito regio, successivo all’8 settembre.
In Valsesia gli alpinisti Bartolomeo Chiodo e Giacomo Chiara (Jocu), insieme a tante altre guide, attraverso i passi di Baranca, Turlo e Bottigia, accompagnarono i militari alleati in valle Anzasca e poi in Svizzera. La solidarietà che la gente valsesiana mostrò verso i fuggiaschi fu immensa. L’organizzazione e la gestione dell’afflusso degli ex prigionieri alleati permise di attivare e consolidare i contatti tra i neonati gruppi antifascisti e di compiere le prime esperienze operative su un piano pratico, e non più solo teorico, in un primo atto di solidarietà collettiva che, di fatto inaugurò il periodo resistenziale in valle.
Il sentiero si svolgerà su sentieri di difficoltà E (escursionistico), il dislivello positivo è di 700 m circa, con uno sviluppo di circa 8 km A/R per una durata di cammino totale di 6 ore circa più la pausa pranzo.

Categories: Altre iniziative,Articoli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: