Biblioteca

La biblioteca dell’Istituto si è costituita contemporaneamente alla fondazione dell’associazione, il 7 ottobre 1974: il primo nucleo era formato dalla biblioteca personale di Vincenzo Moscatelli, primo presidente e socio fondatore, già senatore della Repubblica italiana. Nel tempo la biblioteca ha consolidato le proprie strutture e accresciuto la dotazione libraria sia con acquisti propri, sia con l’acquisizione di fondi privati e pubblici, provenienti da studiosi (fondi “Giovanna D’Amico e Brunello Mantelli”, “Norberto Julini”, “Bruno Rinaldi”, “Aldo Sola”, “Antonino Pirruccio”, “Silvia Delzoppo”, “Alessandro Orsi”, “Enrico Pagano”), partiti politici e associazioni (fondi “Pci Varallo”, “Psi Borgosesia”, “Udi Borgosesia”), privati (“Giovanni Baltaro”, “Roselide Barcellini e Ferdinando Zampieri”, “Ezio Burocco”, “Wanda Canna”, “Luigi Carrara e Maria Luisa Ferrogalini”, “Mario Fresa”, “Annibale Giachetti”, “Ugo Giono”, “Bianca Grasso e Mario Suman”, “Flavio Ottone”, “Carlo Piazzale”).

Nel fondo bibliotecario dell’Istituto sono compresi opere generali di storia, opere monografiche sui principali aspetti e problemi della storia contemporanea internazionale, nazionale e locale, volumi che trattano di aspetti sociali, culturali ed economici sia a livello nazionale che locale e volumi dedicati alla didattica della storia.

Nel 2014 il patrimonio si è ulteriormente arricchito con il deposito del fondo librario denominato Biblioteca militare italiana (Bmi), di proprietà del Comune di Varallo, in seguito a donazione del prof. Virgilio Ilari. Tale fondo, ancora in fase di inventariazione, sistemazione e catalogazione, consta di oltre 25.000 titoli tra monografie, collezioni, riviste, tesi di laurea relative alla storia e alla scienza militare. Oltre al deposito della biblioteca cartacea, il prof. Ilari ha donato all’Istituto copia della biblioteca militare digitale, che consta di oltre 124.000 opere di pubblico dominio in formato .doc, .pdf, .jpg.

Al 2019, la biblioteca risulta costituita da oltre 41.000 volumi e riviste inventariati, di cui più di 21.100 volumi della biblioteca dell’Istituto, circa 18.700 libri della Biblioteca Militare Italiana e oltre 1.500 testate di periodici.

La biblioteca è aperta al pubblico tutto l’anno, dal lunedì al venerdì, negli stessi orari di apertura dell’Istituto (dal lunedì al giovedì 9-13 e 14.30-18, venerdì 9-13 e pomeriggio su appuntamento).

Gli studiosi possono consultare i volumi nella sala di lettura oppure essere ammessi al prestito esterno (da cui sono escluse enciclopedie e opere rare).

Si segnala la bibliografia essenziale della Resistenza nel Vercellese, nel Biellese e in Valsesia.

 

La biblioteca dell’Istituto è on line. Istruzioni per l’accesso

Il Servizio bibliotecario nazionale (Sbn) è la rete delle biblioteche italiane promossa dal Ministero per i beni e le attività culturali con la cooperazione delle Regioni e dell’Università coordinata dall’Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche (Iccu).
Le biblioteche che partecipano a Sbn sono raggruppate in Poli locali, costituiti da un insieme più o meno numeroso di biblioteche, a loro volta collegati al sistema Indice Sbn, nodo centrale della rete, gestito dall’Iccu, che contiene il catalogo collettivo delle pubblicazioni acquisite dalle biblioteche aderenti al Servizio bibliotecario nazionale.

Dal 2003 la biblioteca dell’Istituto partecipa a Sbn ai sensi della convenzione con la Regione Piemonte per l’adesione delle biblioteche degli Istituti piemontesi per la storia della Resistenza e della società contemporanea al Polo regionale piemontese del Servizio bibliotecario nazionale.
Librinlinea è lo strumento per effettuare ricerche in Internet nel catalogo del polo piemontese di Sbn.

L’utente che intendesse interrogare il catalogo della nostra biblioteca, deve selezionare, dalla pagina “Ricerca avanzata”, nel campo “Singola biblioteca”, Istituto Storia Resistenza di Vercelli – Biella. Può in tal modo effettuare la ricerca dei volumi di interesse per titolo, autore, argomento, ecc., e verificare la loro presenza o meno nel nostro catalogo. È possibile anche visualizzare l’intero catalogo della nostra biblioteca premendo su “cerca” senza riempire alcuno dei campi soprastanti.

Nel caso in cui l’oggetto della ricerca non fosse reperibile nel nostro catalogo, con Librinlinea è possibile vedere in quali biblioteche piemontesi è conservato e l’Istituto può comunque renderlo disponibile all’utente per mezzo di una richiesta di prestito interbibliotecario.

La ricerca in Librinlinea nel catalogo della biblioteca dell’Istituto può essere effettuata anche direttamente da questo sito, alla pagina “Ricerca” della sezione “Biblioteca”.

 

Tariffe del servizio di prestito interbibliotecario

Il servizio di prestito interbibliotecario richiesto dagli utenti dell’Istituto o da altre biblioteche prevede la corresponsione di una tariffa a forfait di euro 5,00.

Per le biblioteche che richiedono in prestito interbibliotecario volumi della biblioteca dell’Istituto la tariffa potrà essere versata in francobolli alla restituzione del libro, che deve avvenire tramite posta raccomandata, o su ccp. 10261139 intestato all’Istituto (allegare copia della ricevuta alla restituzione del volume).