Convegno “Resistenza ante litteram. A cent’anni dai fatti di Sarzana”

In occasione del centesimo anniversario dei fatti di Sarzana, del 21 luglio 1921 Archivi della Resistenza insieme a Anppia, a Anpi Sarzana e Museo Audiovisivo della Resistenza di Fosdinovo, organizza un convegno di studi il 16 e il 17 luglio 2021, a Sarzana, nella Sala delle Capriate in Fortezza Firmafede. Il convegno dal titolo Resistenza ante litteram. A cent’anni dai fatti di Sarzana (1921-2021) ha il patrocinio dell’Istituto Nazionale “Ferruccio Parri”. Rete degli Istituti per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea in Italia, Centro Studi Biblioteca Franco Serantini, Centro Studi Movimenti di Parma, Isra – Istituto Storico della Resistenza Apuana, Isr – Istituto storico della Resistenza e età contemporanea La Spezia, Isrec-Istituto Storico della Resistenza e dell’età contemporanea Lucca, Anpi La Spezia e del Comune di Sarzana.

Le due giornate si studi prevedono 21 relazioni, con alcuni dei principali storici del periodo storico interessato ed esperti dei fatti di Sarzana, con rappresentanti delle associazioni antifasciste e giovani ricercatori. L’intento del convegno è di affrontare sia una ricostruzione degli eventi e inserirla nel più ampio contesto storico e politico, sia indagare alcuni elementi poco conosciuti e persino inediti. Tra i relatori, in rappresentanza del nostro Istituto, la nostra collaboratrice Monica Schettino, con la relazione Su una dispersa cronaca dei fatti di Sarzana: lo scrittore Cesare Vico Lodovici, argomento anche del saggio presente nell’ultimo numero della nostra rivista “l’impegno”, in uscita in questi giorni.

Il 21 luglio 1921 avvenne a Sarzana uno dei fatti più significativi ed emblematici del breve intermezzo storico tra “biennio rosso” e la marcia su Roma. Un evento inserito nel generale contesto di rafforzamento dello squadrismo fascista e, contestualmente, di costruzione di una prima forma di resistenza armata e organizzata. I “fatti di Sarzana”  del 21 luglio 1921 consentono di guardare a quel decisivo momento della storia d’Italia da un punto di vista unico e particolare, individuando la tensione innescata da una violenza squadrista che muoveva i suoi passi tra Carrara e La Spezia generando, così come in altre parti del paese, scontri e azioni di stampo intimidatorio e violento.

Per la partecipazione al convegno in presenza è obbligatoria la prenotazione scrivendo una mail a info@anppia.it o info@archividellaresistenza.it oppure chiamando i numeri 06.6869415 (sede Anppia), 342.3714053 o 349.3278060. Il convegno sarà trasmesso anche in streaming sui canali social di Archivi della Resistenza (Facebook e Youtube).

La partecipazione in presenza al convegno viene riconosciuta come corso di formazione per i docenti delle scuole secondarie e dà complessivamente 12 ore di crediti formativi (3 ore per ogni sessione del convegno). Mandare la scheda di iscrizione – da scaricare su www.resistenzaapuana.it – compilata e firmata alla mail info@archividellaresistenza.it.

 

Categories: Altre iniziative,Articoli