Montagne di carta. Le attività editoriali di enti, istituti e associazioni culturali valsesiane

La sezione CAI di Varallo, la Società di Incoraggiamento allo Studio del Disegno e di Conservazione delle Opere d’Arte in Valsesia, il Museo Storico Etnografico della Bassa Valsesia, l’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea, la Società Valsesiana di Cultura, la Biblioteca Civica Farinone-Centa, Presmell Associazione Culturale Walser, l’Unione Alagnese e il Walser Gmai, il Centro Studi Walser di Rimella e il Gruppo Walser di Carcoforo, sabato 18 e domenica 19 giugno 2022 presenteranno a  Varallo una rassegna delle loro attività in campo editoriale.

L’evento, realizzato con il patrocinio della Città di Varallo, si svolgerà nella prestigiosa sede di Palazzo D’Adda.

Nel Salone d’ingresso, sabato 18 e domenica 19 giugno, tra le 9.30 e le 17.30 sarà allestita una mostra delle attività editoriali di enti, istituti e associazioni culturali valsesiane con la possibilità di acquistare (a offerta libera o a prezzo scontato) libri e riviste. La mostra sarà inaugurata sabato 18 giugno alle 9.30.

Nella Sala del camino saranno presentati i caratteri peculiari di queste attività, suddivise in tre sessioni tematiche.

Sabato 18 giugno, ore 15-16: La salvaguardia e valorizzazione della cultura walser

  • Roberto Fantoni e Johnny Ragozzi: La Valsesia e le Alpi. Uno sguardo oltre i confini della valle negli Atti dei convegni del Gruppo Walser Carcoforo;
  • Ornella Maglione: Conoscere un patrimonio per tenerlo vivo. Studi e pubblicazioni del Centro Studi Walser di Rimella;
  • Paola Leonoris: Le pubblicazioni dell’Unione Alagnese e del Centro culturale Walser Gmai;
  • Roberto Fantoni e Roberta Locca: La rivista di Presmell Associazione Culturale Walser.             

Domenica 19 giugno, ore 10-11: Il presidio culturale di musei e biblioteche

  • Piera Mazzone: La biblioteca attraverso i “suoi” libri si racconta al territorio;
  • Paola Angeleri: La Società di Incoraggiamento allo Studio del Disegno e di Conservazione delle Opere d’Arte in Valsesia: tra museo e territorio;
  • Stefano Fanzaga: Il Museo Storico Etnografico: un impegno per le radici.

Domenica 19 giugno, ore 15-16: Una lunga storia per valorizzare la cultura della valle

  • Graziella Cusa e Roberto Fantoni: Una lunga storia al servizio del territorio: l’attività editoriale della sezione CAI di Varallo;
  • Enrico Pagano: Una storia per la storia: i 48 anni di editoria dell’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea;
  • Donata Minonzio: La Società Valsesiana di Cultura: valorizzazione della cultura del territorio attraverso l’editoria.

In occasione della mostra sarà disponibile il quaderno che raccoglie i riassunti delle relazioni presentate nelle diverse sessioni tematiche.

La rassegna ricostruisce un panorama delle attività editoriale di enti, istituti e associazioni culturali valsesiane molto ricco ed estremamente variegato. A queste opere si deve aggiungere una altrettanto consistente produzione libraria su temi valsesiani offerta da diverse case editrici locali e nazionali. L’altezza di queste Montagne di carta può eguagliare quella della nostra montagna per eccellenza, il monte Rosa.

Non è un primato solo quantitativo: la qualità delle opere fa della Valsesia uno stupendo laboratorio di cultura alpina.

La locandina dell’iniziativa

Categories: Altre iniziative,Articoli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: