Giorno della Memoria 2021. Primo Levi e L’amico del popolo

Enrico Pagano, direttore dell’Istituto, racconta lo stretto rapporto che Primo Levi ebbe con Silvio Ortona, direttore de “L’amico del popolo”, periodico della Federazione comunista vercellese che si distinse per una linea culturale di promozione e innovazione e che ospitò l’esordio letterario assoluto di Primo Levi, con la lirica Buna Lager pubblicata il 22 giugno 1946. Nella primavera successiva furono pubblicati cinque brani dai primi capitoli di Se questo è un uomo, che all’epoca aveva ancora il titolo provvisorio Sul fondo; tale iniziativa editoriale seguì il rifiuto alla pubblicazione del libro di Levi che la casa editrice Einaudi oppose all’autore e precedette la prima edizione, voluta da Franco Antonicelli per i caratteri della casa editrice De Silva.

L’argomento è affrontato, insieme ad altri aspetti caratterizzanti del settimanale, nel volume L’amico del popolo 1945-1950. Da Primo Levi alla Libreria del Popolo. Il ruolo di Silvio Ortona nella politica culturale della Federazione comunista di Vercelli, a cura di Enrico Pagano e Bruno Ferrarotti, realizzato in collaborazione tra Istituto e Fondazione Rinascita Vercellese ed edito da Effedì nel 2020.

Il video, realizzato con la collaborazione di uno dei volontari del servizio civile che operano presso l’Istituto, è disponibile al link:

https://youtu.be/KwCPdAEUruY

 

Categories: Articoli,Giorno della Memoria