Voci sommerse: il racconto del carcere nella scrittura delle donne

Sabrina Contini, Elisa Malvestito, Marta Nicolo e Monica Schettino, docenti, ricercatrici e collaboratrici dell’Istituto, partecipano all’iniziativa Récits de femmes en milieu carcéral: entre survie et création, organizzata sulla piattaforma Zoom il 24 e 25 marzo 2021 dall’Università di Montréal, con l’intervento Voci sommerse: il racconto del carcere nella scrittura delle donne, che intende proporre una riflessione storica, sociale e letteraria sulla reclusione femminile in epoca fascista attraverso l’analisi delle testimonianze, scritte e orali, di donne recluse in quanto dissidenti, antifasciste, partigiane. L’intervento nasce nell’ambito del progetto Dal carcere alla libertà, promosso dall’Istituto, che ha l’obiettivo di raccogliere testimonianze e ricostruire storie di vita di donne accomunate dall’esperienza del carcere a partire dalla Resistenza e dall’antifascismo, per arrivare fino all’oggi.

L’intervento è previsto per mercoledì 24 marzo, alle ore 14.30 (19.30 ora italiana).

Clicca qui per visionare il programma completo dell’iniziativa e per il link per l’accesso.

 

 

 

 

Categories: Altre iniziative,Articoli