In offerta!

Movimento cooperativo e fascismo nel Vercellese e in Valsesia

8,00 3,00

 

Movimento cooperativo e fascismo nel Vercellese e in Valsesia (1920-1940)

di Franca Galifante, 1990, pp. II, 79

Il lavoro di Franca Galifante è stato pubblicato nella forma in cui apparve ne “l’impegno”, sostanzialmente aderente a quella della tesi di laurea sull’argomento discussa dalla giovane ricercatrice alla fine degli anni settanta alla facoltà di Magistero dell’Università di Torino.
Si tratta di una ricerca di notevole interesse, che tenta di analizzare con precisione le fasi e i modi dell’intervento fascista nella galassia cooperativistica e contribuisce così a ricomporre il quadro della politica sociale del regime, delle sue distorsioni e dei suoi limiti.

Solo 4 pezzi disponibili

Categoria:

Descrizione

Nelle vicende che l’autrice ricostruisce all’interno del territorio vercellese e valsesiano si riconoscono, chiaramente distinte, le fasi che, anche a livello nazionale, caratterizzano l’intervento fascista: quella della violenza, solo fisica dapprima e poi fisica e giuridica, brevemente interrotta dalla pausa seguente, nel 1924, l’assassinio di Matteotti; quella della liquidazione e dell’appropriazione parassitaria delle risorse liquide e patrimoniali, specialmente immobiliari delle associazioni; infine quella della centralizzazione e del tentato rilancio delle cooperative di consumo, particolarmente evidente nel 1935 e 1936, quando la guerra di Etiopia minaccia di far esplodere i prezzi al dettaglio.

Informazioni aggiuntive

Formato

Autore

Pagine

II, 79

Anno

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Movimento cooperativo e fascismo nel Vercellese e in Valsesia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *