Va in scena la memoria

5,00

 

Va in scena la memoria. La radio, la storia, l’ascolto

a cura di Alberto Lovatto, 2000, pp. 56

Ricerca storica e teatrale degli alunni e delle insegnanti delle scuole elementari di Bioglio, Borgosesia, Coggiola, Pettinengo, Portula, Pray, Valle Mosso, Valle San Nicolao, condotta da Alberto Lovatto e Mario Sgotto.

Categoria:

Descrizione

L’opuscolo racconta l’intervento di animazione storica e teatrale “Va in scena la memoria: conoscere il passato per essere cittadino del futuro”.
Il progetto, coordinato dall’Istituto e condotto in collaborazione con l’Associazione Tam Tam di Vercelli, è stato finanziato dalla Direzione promozione attività culturali, istruzione e spettacolo della Regione Piemonte all’interno di una serie di iniziative di supporto alla “Autonomia scolastica” finalizzate alla “Innovazione didattica” e alla educazione del cittadino.
Alberto Lovatto, dell’Istituto, si è occupato della ricerca storica, e Mario Sgotto, dell’Associazione Tam Tam, si è occupato della ricerca espressiva.
Sotto la guida degli animatori, partendo dagli strumenti e dalla documentazione fornita, dagli stimoli e interventi proposti, i ragazzi e le insegnanti delle classi hanno seguito un percorso di ricerca che ha portato alla raccolta e schedatura di informazioni e documenti; al confronto ed elaborazione di semplici concetti storici attraverso l’individuazione di alcune parole chiave; all’invenzione di storie ed alla loro messa in scena utilizzando il linguaggio espressivo teatrale. Alle classi quarte e quinte coinvolte è stata proposta una ricerca sull’ascolto radiofonico e sull’uso di strumenti per l’ascolto della musica, che portava il titolo “La radio, la storia, l’ascolto. Storie, memorie e racconti da mettere in scena”. Per una classe terza coinvolta nel progetto, con identica metodologia, è stata invece attuata una ricerca che aveva come oggetto “giochi e giocattoli”.
Sul piano didattico l’intervento ha utilizzato l’invenzione narrativa teatrale come chiave di interiorizzazione ed elaborazione cognitiva.
Sul piano pedagogico il progetto si è posto quale stimolo all’attivazione di occasioni di relazione e comunicazione fra generazioni e di socializzazione delle conoscenze e delle radici dei ragazzi, delle loro famiglie e delle comunità attraverso il racconto e la narrazione di sé.

Informazioni aggiuntive

Formato

Autore

Pagine

56

Anno

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Va in scena la memoria”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *