Aspetti della storia della provincia di Vercelli tra le due guerre mondiali

15,00

 

Aspetti della storia della provincia di Vercelli tra le due guerre mondiali

a cura di Patrizia Dongilli, 1993, pp. 276

Il volume contiene gli atti delle tre giornate di studi su “Fascismo e antifascismo in provincia di Vercelli”, svoltesi tra l’ottobre 1988 e l’ottobre 1989 a Cossato, Santhià e Serravalle Sesia.

Esaurito

Categoria:

Descrizione

All’introduzione di Gianni Perona, dell’Università di Torino, sui problemi e le prospettive di ricerca storica della provincia di Vercelli tra le due guerre mondiali, fanno seguito varie relazioni di storici e ricercatori locali. Dapprima quelle di Maurizio Cassetti, Gladys Motta, Piero Ambrosio, su tematiche di ordine generale riguardanti le fonti per lo studio dell’antifascismo in provincia, e quelle di Francesco Omodeo Zorini e di Alberto Lovatto, su aspetti relativi alla provincia in generale (rispettivamente del periodo 1919-1926 e del rapporto tra ebrei e regime fascista), successivamente quelle su aspetti specifici delle varie aree geografiche.
Le relazioni di Luigi Moranino (sulla stampa locale del periodo 1922-26), Marco Neiretti (sul mondo politico cattolico) e Teresio Gamaccio (sui rapporti tra fascismo e sindacalismo operaio fascista dal 1926 al 1933) si occupano del Biellese.
Quelle di Francesco Rigazio (i movimenti socialista e comunista dal 1919 al 1922), Cesare Bermani (un mito che caratterizzò il socialismo nei primi anni del secolo: quello della “macchina rossa”), Maurizio Cassetti (le origini e i primi sviluppi del fascismo), Irmo Sassone (cenni di carattere generale sullo sviluppo economico e le condizioni sociali), Arnaldo Colombo e Antonino Pirruccio (rispettivamente sulle condizioni di vita e sugli scioperi delle mondine nel ventennio fascista) si occupano del Vercellese.
Della Valsesia si occupano Piera Mazzone (la comunità di Piane Sesia tra la nascita del socialismo e la reazione fascista), Gustavo Ferrara e Antonino Pirruccio (i partiti politici alla nascista del fascismo), Pier Giorgio Longo (gli aspetti istituzionali della Chiesa valsesiana e i suoi rapporti con la società civile), Alberto Lovatto (bande musicali e fascismo).
Il volume è arricchito da interventi di Nicola Gallerano e Massimo Legnani.

Informazioni aggiuntive

Formato

Autore

Pagine

276

Anno

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Aspetti della storia della provincia di Vercelli tra le due guerre mondiali”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.